Se hai scelto di non accettare i cookie di profilazione e tracciamento, puoi aderire all’abbonamento "Consentless" a un costo molto accessibile, oppure scegliere un altro abbonamento per accedere ad ANSA.it.

Ti invitiamo a leggere le Condizioni Generali di Servizio, la Cookie Policy e l'Informativa Privacy.

Puoi leggere tutti i titoli di ANSA.it
e 10 contenuti ogni 30 giorni
a €16,99/anno

  • Servizio equivalente a quello accessibile prestando il consenso ai cookie di profilazione pubblicitaria e tracciamento
  • Durata annuale (senza rinnovo automatico)
  • Un pop-up ti avvertirà che hai raggiunto i contenuti consentiti in 30 giorni (potrai continuare a vedere tutti i titoli del sito, ma per aprire altri contenuti dovrai attendere il successivo periodo di 30 giorni)
  • Pubblicità presente ma non profilata o gestibile mediante il pannello delle preferenze
  • Iscrizione alle Newsletter tematiche curate dalle redazioni ANSA.


Per accedere senza limiti a tutti i contenuti di ANSA.it

Scegli il piano di abbonamento più adatto alle tue esigenze.

I ritratti di Rossini in mostra nella casa museo a Pesaro

I ritratti di Rossini in mostra nella casa museo a Pesaro

Dal disegno al dagherrotipo, dalla caricatura alla scultura

PESARO, 20 febbraio 2024, 12:40

Redazione ANSA

ANSACheck

- RIPRODUZIONE RISERVATA

-     RIPRODUZIONE RISERVATA
- RIPRODUZIONE RISERVATA

Da giovedì 22 febbraio e fino al 31 luglio Casa Rossini a Pesaro accoglie la mostra "Ritratti rossiniani", promossa dalla Fondazione Rossini in collaborazione con Comune di Pesaro, Mica, Regione Marche, Pesaro Musei, Museo Nazionale Rossini, Conservatorio Statale di Musica "G. Rossini" di Pesaro, Rossini Opera Festiva e Amat. L'iniziativa fa parte della Settimana Rossiniana di Pesaro 2024, con cui si celebra il compleanno di Rossini, nato il 29 febbraio 1792.
    L'esposizione raccoglie alcune delle immagini del maestro pesarese che la storia ci ha consegnato. Nel corso della sua lunga vita, infatti, sono stati moltissimi i ritratti che raffigurano Rossini, diversi per tipologia e tecnica, dal disegno all'acquaforte, dalla litografia alla china, dalla tela al dagherrotipo, alla fotografia, fino naturalmente alle sculture. Il compositore appare in pose ufficiali o colloquiali, in piedi o seduto, da solo o assieme ad altri musicisti, oggetto di caricature che ne attestano la vasta popolarità, oltre ad enfatizzarne satiricamente vizi e virtù.
    In mostra anche alcuni esempi delle immagini contenute all'interno di rare biografie dedicate all'autore, negli spartiti delle sue composizioni o a corredo di articoli celebrativi apparsi su giornali, riviste, almanacchi. Completano il percorso espositivo i manifesti e le pubblicazioni di alcune edizioni del Rossini Opera Festival, che usa regolarmente i vari ritratti dell'autore del Barbiere di Siviglia nel sua grafica, in continuità con il prezioso patrimonio storico permanente esposto nella casa natale. Un omaggio al cittadino più illustre di Pesaro, nell'anno in cui la città è Capitale Italiana della Cultura. La mostra è curata da Catia Amati, Lucia Ferrati e Maria Chiara Mazzi con la gentile collaborazione di Sergio Ragni e Luigi Cuoco.
   

Riproduzione riservata © Copyright ANSA

Da non perdere

Condividi

O utilizza