Se hai scelto di non accettare i cookie di profilazione e tracciamento, puoi aderire all’abbonamento "Consentless" a un costo molto accessibile, oppure scegliere un altro abbonamento per accedere ad ANSA.it.

Ti invitiamo a leggere le Condizioni Generali di Servizio, la Cookie Policy e l'Informativa Privacy.

Puoi leggere tutti i titoli di ANSA.it
e 10 contenuti ogni 30 giorni
a €16,99/anno

  • Servizio equivalente a quello accessibile prestando il consenso ai cookie di profilazione pubblicitaria e tracciamento
  • Durata annuale (senza rinnovo automatico)
  • Un pop-up ti avvertirà che hai raggiunto i contenuti consentiti in 30 giorni (potrai continuare a vedere tutti i titoli del sito, ma per aprire altri contenuti dovrai attendere il successivo periodo di 30 giorni)
  • Pubblicità presente ma non profilata o gestibile mediante il pannello delle preferenze
  • Iscrizione alle Newsletter tematiche curate dalle redazioni ANSA.


Per accedere senza limiti a tutti i contenuti di ANSA.it

Scegli il piano di abbonamento più adatto alle tue esigenze.

Al Pac di Milano Ri-Scatti,transgender si raccontano in 300 foto

Al Pac di Milano Ri-Scatti,transgender si raccontano in 300 foto

In 16 dai 20 ai 65 anni parlano della loro transizione

MILANO, 07 ottobre 2023, 20:12

Redazione ANSA

ANSACheck

- RIPRODUZIONE RISERVATA

- RIPRODUZIONE RISERVATA
- RIPRODUZIONE RISERVATA

Una mostra fotografica al Pac, il Padiglione di arte contemporanea di Milano, accende i riflettori sulla vita, le esperienze, la quotidianità delle persone transgender. 'Ri-Scatti.Chiamami col mio nome' è il titolo dell'esposizione in programma dal 7 ottobre al 5 novembre ideata da Ri-Scatti Odv, l'associazione di volontariato che dal 2014 realizza progetti di riscatto sociale attraverso la fotografia, promossa dal Comune con il sostegno di Tod's.
    A raccontare la loro vita, attraverso 324 scatti realizzati grazie a tre mesi di corso, sono proprio i protagonisti della mostra. Sedici tra transgender e non binary, sia Afab (Assigned Female At Birth) che Amab (Assigned Male At Birth) di età compresa fra i 20 e i 65 anni. Si sono raccontati con la macchina fotografica in mano, raccontando con fierezza un percorso di affermazione di genere basato sull'autodeterminazione del sè, riconoscendo e utilizzando la diffusione della conoscenza come prima arma di difesa contro la transfobia. L'esposizione, a cura del conservatore del Pac Diego Sileo, si propone di raccontare storie vere, frutto di una libera espressione. Ognuna di queste persone "ha trasformato in immagini le difficoltà della transizione, le proprie gioie nei risultati ottenuti e la sofferenza nel raggiungerli, con chiavi di lettura sempre uniche - ha commentato Stefano Corso, presidente Ri-scatti Odv -, che spaziano dalla poesia al simbolismo, passando per l'ironia e per manifestazioni esplicite della propria personalità fino alla provocazione".
    La mostra è a ingresso gratuito e rimarrà in programma fino al 5 novembre. Le foto e il catalogo sono in vendita e l'intero ricavato sarà devoluto a sostegno dell'operato dell'Associazione per la Cultura e l'Etica Transgenere (Acet) e dello Sportello Trans di Ala Milano Onlus.
   

Riproduzione riservata © Copyright ANSA

Da non perdere

Condividi

O utilizza