Se hai scelto di non accettare i cookie di profilazione e tracciamento, puoi aderire all’abbonamento "Consentless" a un costo molto accessibile, oppure scegliere un altro abbonamento per accedere ad ANSA.it.

Ti invitiamo a leggere le Condizioni Generali di Servizio, la Cookie Policy e l'Informativa Privacy.

Puoi leggere tutti i titoli di ANSA.it
e 10 contenuti ogni 30 giorni
a €16,99/anno

  • Servizio equivalente a quello accessibile prestando il consenso ai cookie di profilazione pubblicitaria e tracciamento
  • Durata annuale (senza rinnovo automatico)
  • Un pop-up ti avvertirà che hai raggiunto i contenuti consentiti in 30 giorni (potrai continuare a vedere tutti i titoli del sito, ma per aprire altri contenuti dovrai attendere il successivo periodo di 30 giorni)
  • Pubblicità presente ma non profilata o gestibile mediante il pannello delle preferenze
  • Iscrizione alle Newsletter tematiche curate dalle redazioni ANSA.


Per accedere senza limiti a tutti i contenuti di ANSA.it

Scegli il piano di abbonamento più adatto alle tue esigenze.

Portoghesi indaga Borromini, scatti e scritti giovanili

Portoghesi indaga Borromini, scatti e scritti giovanili

Dal 5 ottobre in mostra a Roma all'Accademia di San Luca

ROMA, 04 ottobre 2023, 18:51

Redazione ANSA

ANSACheck

Portoghesi indaga Borromini, scatti e scritti giovanili - RIPRODUZIONE RISERVATA

Portoghesi indaga Borromini, scatti e scritti giovanili - RIPRODUZIONE RISERVATA
Portoghesi indaga Borromini, scatti e scritti giovanili - RIPRODUZIONE RISERVATA

Uno scritto, appassionato e intenso, composto a soli sedici anni, su Francesco Borromini e una selezione dell'immenso archivio di fotografie di studio scattate sull'architettura e sulla città barocca. Inizia da qui la riflessione sull'eredità lasciata da Paolo Portoghesi, il grande architetto, storico e critico dell'architettura, nella mostra che l'Accademia Nazionale di San Luca gli dedica: Sguardo, parole, fotografie, in programma dal 5 ottobre al 4 novembre nella sede dell'Accademia a Roma. Primo di una serie di appuntamenti che l'Accademia intende dedicargli, l'esposizione si focalizza su ciò che avrebbe caratterizzato e tracciato costantemente tutta la sua vita: la scrittura e lo sguardo, qui rappresentato da una serie di scatti eseguiti con una Rolleiflex o con una Hasselblad, macchine che potevano essere tenute in mano lasciando libero Portoghesi di arrampicarsi in ogni dove, abbandonando dunque la staticità della ripresa con cavalletto e dando vita ad una indagine sulle forme da cui emerge in tutta la sua forza la ricchezza spaziale barocca. Le 72 le fotografie esposte, tratte da negativi in formato 6x6 e rigorosamente in bianco e nero, ritraggono prevalentemente le opere di Borromini: la chiesa di Sant'Ivo alla Sapienza, San Carlo alle Quattro Fontane, San Giovanni in Laterano, la Casa dei Filippini, Sant'Agnese in Agone, Palazzo Falconieri, il Collegio di Propaganda Fide, la chiesa di Sant'Andrea delle Fratte. Accademico dal 1966 e presidente dell'Accademia nel biennio 2013-2014, figura di grande rilievo per la cultura architettonica internazionale, Portoghesi da giovanissimo ha anche composto uno scritto, la sua prima indagine critica, su Borromini, riprodotto in alcune parti nel catalogo e da cui trae ispirazione il titolo della mostra. Un libro unico, autoprodotto intorno al 1947, nel quale Portoghesi rivela la sua passione per le parole. La mostra, posta sotto l'Alto Patronato del Presidente della Repubblica Italiana, è curata e organizzata da Francesco Cellini, vicepresidente e Laura Bertolaccini, vicesegretaria aggiunta dell'Accademia. 

Riproduzione riservata © Copyright ANSA

Da non perdere

Condividi

O utilizza