Se hai scelto di non accettare i cookie di profilazione e tracciamento, puoi aderire all’abbonamento "Consentless" a un costo molto accessibile, oppure scegliere un altro abbonamento per accedere ad ANSA.it.

Ti invitiamo a leggere le Condizioni Generali di Servizio, la Cookie Policy e l'Informativa Privacy.

Puoi leggere tutti i titoli di ANSA.it
e 10 contenuti ogni 30 giorni
a €16,99/anno

  • Servizio equivalente a quello accessibile prestando il consenso ai cookie di profilazione pubblicitaria e tracciamento
  • Durata annuale (senza rinnovo automatico)
  • Un pop-up ti avvertirà che hai raggiunto i contenuti consentiti in 30 giorni (potrai continuare a vedere tutti i titoli del sito, ma per aprire altri contenuti dovrai attendere il successivo periodo di 30 giorni)
  • Pubblicità presente ma non profilata o gestibile mediante il pannello delle preferenze
  • Iscrizione alle Newsletter tematiche curate dalle redazioni ANSA.


Per accedere senza limiti a tutti i contenuti di ANSA.it

Scegli il piano di abbonamento più adatto alle tue esigenze.

In 40 opere a Illegio la Carne diventa materia dello Spirito

In 40 opere a Illegio la Carne diventa materia dello Spirito

Mostra al via il 21 maggio con Rubens e Canova

TRIESTE, 05 maggio 2023, 17:04

Redazione ANSA

ANSACheck

- RIPRODUZIONE RISERVATA

- RIPRODUZIONE RISERVATA
- RIPRODUZIONE RISERVATA

Dal VI secolo a.C. al primo Novecento: 2.500 anni di bellezza da ripercorrere in un viaggio attraverso oltre 40 opere in cui lo sguardo si concentra sulla 'carne', intesa come dimensione fondamentale del nostro 'essere'. E' stata presentata a Udine 'Carne, la materia dello spirito', la mostra promossa dal Comitato di San Floriano e curata da don Alessio Geretti, visitabile nella Casa delle Esposizioni di Illegio dal 21 maggio al 22 ottobre.
    Le opere - alcune inedite - sono firmate sia da artisti raffinati e tutti da scoprire sia dai più grandi maestri della storia dell'arte, come Donatello, Canova, due capolavori di Peter Paul Rubens, Gerrit van Honthorst, Giambattista Tiepolo, Eugène Delacroix.
    Ognuno di noi ha coscienza del mondo attraverso la propria carne - hanno spiegato i promotori introducendo alla mostra - che non è una massa, è una delle coordinate dell'essere, è il luogo dove può accadere la vera reciprocità. "Questa carne che canta e danza, che si eccita e che si deprime, che può e che non può, che ha bisogno di cura e che sa prendersi cura, è testimone della ricchezza intrigante e misteriosa della vita. Tanto che perfino al vertice della fede sta la rivelazione che l'Immenso si è fatto carne. Mai come in questa epoca che oscilla confusa tra l'idolo della carnalità esasperata e lo spettro di corpi degradati e ignorati e macellati, abbiamo bisogno di ritrovare la grazia della carne, il suo destino a diventare carezza e luce. La mostra di Illegio racconta questa destinazione".
    A donare alla carne la dimensione dello spirito saranno, ad esempio, le sculture come la 'Venere italica' di Canova o le tele firmate da Rubens che a Illegio ritraggono 'La risurrezione di Lazzaro' e la 'Madonna col Bambino'. In mostra anche 'Dio Padre libera Este dalla peste' del Tiepolo e la 'Madonna in adorazione del Bambino, che di Donatello e del suo allievo Bartolomeo Bellano.
   

Riproduzione riservata © Copyright ANSA

Da non perdere

Condividi

O utilizza