Cucina d'amore: ricette raccontano relazione eros-cibo

Nel volume proposti piatti internazionali per due persone

Redazione ANSA ROMA
(ANSA) - ROMA, 12 LUG - Una raccolta di ricette non classiche per cimentarsi nella preparazione e riconoscere in ciascuno dei piatti la propria attitudine all'amore o il proprio desiderio di libertà: è quanto viene proposto con il libro "Cucina d'amore e libertà. L'eros e l'arte di volersi bene" di Francesco Cavallo, hospitality manager alla sua prima prova letteraria. Il volume, edito da Mandragora, è dedicato all'arte della seduzione attraverso il cibo con una proposta di piatti internazionali quasi esclusivamente per due persone. La pubblicazione racconta, con una serie di ricette, la relazione che intercorre tra eros e cibo con l'ausilio di 31 tavole a colori realizzate da Susanna Spelta, illustratrice e fashion designer professionista. Con l'obiettivo di svelare la connessione che unisce piacere e buona tavola, il libro, mediante un " linguaggio seducente e insolito", presenta, ad esempio, tra la sua raccolta ricette come il "Boiling Moonlight Risotto", piatto da gustare a mezzanotte con una compagnia inaspettata, "Le carni di Kashgar", "La polpa di Aisha", "Cheek to Cheek" e "Un amore del cavolo". A partire dalla sezione "preliminari", dedicati alla preparazione di manicaretti e salse come antipasti, il volume affronta altre due sezioni: la prima, chiamata "audacia" e riservata ai primi piatti e "Il piatto forte", che propone i secondi tra cui "Gli anelli di Mompracem", da servire, dice l'autore, con "sguardo intenso e piratesco" raccontando agli ospiti "di quando giocavate alla morra nelle buie taverne di Labuan". "A rendere eccitante un piatto- afferma l'autore Francesco Cavallo nel presentare il libro, non è infatti solo la chimica e l'accostamento dei suoi ingredienti, quanto l'atmosfera che si crea durante la sua preparazione. La cucina può richiamare odori, sensazioni tattili, suoni e immagini di luoghi vicini e legati alla nostra tradizione culinaria, oppure esotici, provenienti da Paesi lontani, visitati nel passato ma il cui ricordo rivive improvvisamente in un sapore. Le mille associazioni sono in grado di creare un clima di attesa ed eccitazione". (ANSA).

RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright ANSA
Modifica consenso Cookie