Se hai scelto di non accettare i cookie di profilazione e tracciamento, puoi aderire all’abbonamento "Consentless" a un costo molto accessibile, oppure scegliere un altro abbonamento per accedere ad ANSA.it.

Ti invitiamo a leggere le Condizioni Generali di Servizio, la Cookie Policy e l'Informativa Privacy.

Puoi leggere tutti i titoli di ANSA.it
e 10 contenuti ogni 30 giorni
a €16,99/anno

  • Servizio equivalente a quello accessibile prestando il consenso ai cookie di profilazione pubblicitaria e tracciamento
  • Durata annuale (senza rinnovo automatico)
  • Un pop-up ti avvertirà che hai raggiunto i contenuti consentiti in 30 giorni (potrai continuare a vedere tutti i titoli del sito, ma per aprire altri contenuti dovrai attendere il successivo periodo di 30 giorni)
  • Pubblicità presente ma non profilata o gestibile mediante il pannello delle preferenze
  • Iscrizione alle Newsletter tematiche curate dalle redazioni ANSA.


Per accedere senza limiti a tutti i contenuti di ANSA.it

Scegli il piano di abbonamento più adatto alle tue esigenze.

World Obesity Day, oltre 25 milioni gli italiani in sovrappeso

World Obesity Day, oltre 25 milioni gli italiani in sovrappeso

Consulti gratuiti dai nutrizionisti della Fondazione Longo

ROMA, 21 febbraio 2024, 13:33

Redazione ANSA

ANSACheck

- RIPRODUZIONE RISERVATA

-     RIPRODUZIONE RISERVATA
- RIPRODUZIONE RISERVATA

Una popolazione sempre più in sovrappeso. In Italia sono oltre 25 milioni le persone obese. In pratica, il 47,6% degli adulti (36,1% in sovrappeso e 11,5% obesi) e il 26,3% dei bambini e ragazzi tra i 3 e i 17 anni (2, 2 milioni). E' quanto emerge dall'ultimo Rapporto Barometro dell'Obesità dell'Italia, redatto dalla Fondazione Ibdo in collaborazione con Istat, Coresearch e Bhave con il contributo assoluto di Novo Nordisk. Oltre ai dati, a preoccupare gli esperti è il fatto che gran parte degli italiani non riconosce il proprio problema di peso: il 54,6% degli adulti obesi ritiene di avere un peso normale. ln particolare, il World Obesity atlas report 2023 prevede che in Italia, l'obesità passerà dall'11,5% al 31% negli adulti entro il 2035, con un incremento annuo del 2%. Anche i bambini vedranno un aumento annuo del 2,1%. La 'call to action' per la prevenzione in occasione della Giornata Mondiale per la prevenzione dell'Obesità e del Sovrappeso, che si celebra il 4 marzo, arriva anche quest'anno da Fondazione Valter Longo che riconferma il proprio impegno per la prevenzione offrendo gratuitamente, lunedì 4 marzo 2024 dalle 09.00 alle 13.00 e dalle 14.00 alle 18.00, il proprio team di nutrizionisti a supporto delle famiglie. "Siamo oramai di fronte a un problema generale di rilevanza cruciale, non solo di sanità pubblica, che ci porta a considerare l'obesità una patologia cronica e una delle principali cause dei problemi di salute pubblica, capace di tradursi, anno dopo anno, in un costo individuale, sociale, sanitario ed economico che presto rischia di divenire insostenibile, in particolare se si guarda alle proiezioni per il 2035 - spiega Antonluca Matarazzo, Amministratore Delegato di Fondazione Valter Longo -. L'auspicio è di poter frenare o quantomeno limitare ciò che definiamo una pandemia da sovrappeso". Tra le iniziative, anche un libro da colorare "La nutrizione inizia da bambini" realizzato in collaborazione con l'artista Manuela Lupis e l'annuale Nutrition & Longevity Festival.
   

Riproduzione riservata © Copyright ANSA

Da non perdere

Condividi

O utilizza