Se hai scelto di non accettare i cookie di profilazione e tracciamento, puoi aderire all’abbonamento "Consentless" a un costo molto accessibile, oppure scegliere un altro abbonamento per accedere ad ANSA.it.

Ti invitiamo a leggere le Condizioni Generali di Servizio, la Cookie Policy e l'Informativa Privacy.

Puoi leggere tutti i titoli di ANSA.it
e 10 contenuti ogni 30 giorni
a €16,99/anno

  • Servizio equivalente a quello accessibile prestando il consenso ai cookie di profilazione pubblicitaria e tracciamento
  • Durata annuale (senza rinnovo automatico)
  • Un pop-up ti avvertirà che hai raggiunto i contenuti consentiti in 30 giorni (potrai continuare a vedere tutti i titoli del sito, ma per aprire altri contenuti dovrai attendere il successivo periodo di 30 giorni)
  • Pubblicità presente ma non profilata o gestibile mediante il pannello delle preferenze
  • Iscrizione alle Newsletter tematiche curate dalle redazioni ANSA.


Per accedere senza limiti a tutti i contenuti di ANSA.it

Scegli il piano di abbonamento più adatto alle tue esigenze.

Olio evo contrasta diabete, ipertensione e sindrome metabolica

Olio evo contrasta diabete, ipertensione e sindrome metabolica

Nuovo studio Università Tor Vergata ne dimostra ruolo benefico

ROMA, 30 gennaio 2024, 09:43

Redazione ANSA

ANSACheck

- RIPRODUZIONE RISERVATA

-     RIPRODUZIONE RISERVATA
- RIPRODUZIONE RISERVATA

Numerose sono le evidenze scientifiche e gli studi clinici che hanno dimostrato il ruolo benefico della dieta Mediterranea in cui l'olio extravergine di oliva (Evo) occupa il posto d'onore nel contrastare l'insorgenza delle patologie cronico-degenerative non trasmissibili come il diabete mellito, l'ipertensione arteriosa, la sindrome metabolica, le patologie neoplastiche, le malattie a carico del sistema nervoso e la malattia renale cronica.
    Un consumo quotidiano di olio Evo, come principale condimento, riduce il rischio cardiovascolare, migliora il metabolismo glucidico e lipidico, aiuta il controllo della pressione arteriosa e riduce lo stato infiammatorio e lo stress ossidativo, con questi ultimi che sono fattori implicati nel processo di invecchiamento.
    Un recente studio in vitro condotto presso l'Università degli Studi di Roma Tor Vergata ha valutato la capacità antiproliferativa degli estratti di foglie di ulivo, mediante l'utilizzo dello strumento 'Incucye S3 Live-Cell Analysis System' (Incucyte), che rende possibile l'analisi del comportamento cellulare in tempo reale. Lo studio ha confermato la possibile azione anti-tumorale esercitata dai composti minori polari dell'olio Evo anche su questa linea cellulare mai precedentemente studiata in letteratura. Un ulteriore studio, attualmente in corso presso il policlinico Tor Vergata e condotto dal Team coordinato da Annalisa Noce, professore associato di Nefrologia all'Universita' di Tor Vergata, sta valutando inoltre gli effetti della combinazione della somministrazione di una dieta Mediterranea personalizzata con l'assunzione di un alimento a fini medici speciali a base di micro composito palmitoiletanolamide-rutina ed idrossitirosolo (un derivato dell'olio di oliva) in una popolazione di pazienti affetti da sindrome metabolica.
   

Riproduzione riservata © Copyright ANSA

Da non perdere

Condividi

O utilizza