Bosch, semiconduttori prezioso cuore dell'innovazione

Infinite applicazioni auto, industria e tecnologie per la vita

Redazione ANSA ROMA

I semiconduttori, dolore e gioia del moderno sistema industriale, hanno visto crescere in modo esponenziale la loro importanza e dettano il passo nel mondo della tecnologia nei campi di applicazione più diversi. Lo ribadisce un rapporto di Bosch che in questo ambito vanta una esperienza di lunga data e che - in tante varianti - li utilizza per farne il cuore dei sensori e di mille altre soluzioni high tech per l'automotive e la mobilità in genere.
    I sensori Bosch per l'automotive o per l'industria, ad esempio, rilevano gli ostacoli dell'ambiente circostante per rendere la guida autonoma un'esperienza sicura, rilassante e conveniente, ma sono anche l'elemento che assicura il funzionamento di un robot assistito dall'IA consente il trasporto contactless di componenti e oggetti sospesi in aria. E che hanno permesso di realizzare un nuovo cavo per i veicoli elettrici consente la ricarica facile e veloce senza la necessità di una scatola di controllo e perfino - nella tipologia dei sensori di movimento ad auto apprendimento - offrono nei fitness tracker offrono un quadro più preciso dei benefici dell'attività fisica. 
 Nella guida autonoma e assistita, il veicolo deve sapere in ogni momento che cosa accade intorno, deve essere in grado di rilevare con affidabilità gli oggetti e le persone e agire di conseguenza. Il rilevamento affidabile dell'ambiente circostante è dunque essenziale.
    A questo scopo, Bosch impiega una combinazione di telecamera multifunzione e sensori radar anteriori e angolari installati sulla parte anteriore e laterale del veicolo. Il sensore radar anteriore rileva gli oggetti davanti al veicolo e ne determina la velocità e la posizione rispetto ad esso.
    In caso di rischio di collisione, avverte il guidatore. Se questi non è pronto a reagire, il sistema attiva automaticamente una manovra di frenata di emergenza. Il dispositivo multifunzione Bosch è una telecamera anteriore che combina algoritmi tradizionali per l'elaborazione delle immagini ai metodi dell'Intelligenza Artificiale (IA).
    Utilizzando l'IA, la telecamera comprende e interpreta ciò che vede, garantendo un riconoscimento affidabile degli oggetti e un buon rilevamento dell'ambiente circostante. Oltre alle soluzioni con telecamera, sensori radar e ultrasuoni, Bosch sta sviluppando anche un LiDAR a lungo raggio. Più l'attività di guida è complessa, più è fondamentale che queste soluzioni interagiscano in modo corretto.
    Con le sue soluzioni di sistema pre-integrate, Bosch aiuta le startup e le case automobilistiche a immettere sul mercato i veicoli elettrici più rapidamente rispetto al passato. Riducendo la complessità dello sviluppo e della progettazione dei veicoli elettrici, l'azienda aiuta le case costruttrici a operare con maggiore efficienza.
    Cuore delle soluzioni di sistema pre-integrate di Bosch è il modulo di trazione avanzato, l'ADM, che integra i singoli sistemi di propulsione, sterzo e freni in un unico modulo armonizzato e flessibile. Le interfacce semplificate e un'architettura software coerente riducono la complessità e assicurano la comunicazione ottimizzata tra i componenti.
    Questo approccio modulare che combina hardware, software e servizi, permette alle case costruttrici di integrare l'ADM in base alle proprie esigenze. Il prototipo del rolling chassis, creato grazie alla collaborazione con Benteler, specializzata nella produzione di chassis e scocche, dimostra il massimo livello possibile di pre-integrazione e rappresenta una piattaforma di sviluppo per i veicoli elettrici a batteria.
    Con la sua tecnologia di controllo e sicurezza integrata, il nuovo cavo di ricarica intelligente e flessibile (flexible smart charging cable) funziona anche senza la scatola di controllo in-cable con una presa di corrente a 230 Volt. Senza il cosiddetto 'mattone di ricarica' il cavo Bosch pesa meno di 3 kg. In media, corrisponde a una riduzione del peso del 40% rispetto ai cavi convenzionali con scatola di controllo. Viene fornito con adattatori per prese di tipo 2 e spine domestiche, per cui i guidatori che vogliono essere liberi di scegliere se ricaricare da una presa di corrente a casa o da una stazione di ricarica sulla strada non hanno più bisogno di un secondo cavo. Il cavo trifase consente la modalità 2 e la modalità 3 di ricarica CA fino a 22 kW, mentre la tecnologia integrata in ogni spina rende il processo di ricarica sicuro e affidabile.
    Il connettore di tipo 2 da collegare al veicolo contiene i componenti per il controllo e il monitoraggio della potenza di ricarica. All'altra estremità del cavo, la spina domestica con adattatore ospita il controllo della temperatura e un dispositivo di corrente residua.  

RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright ANSA
Modifica consenso Cookie