Comune Gorizia sotto attacco hacker, 'verso normalità'

Ripristinato 90% servizi. Sindaco, aprire confronto su sicurezza

Redazione ANSA GORIZIA

(ANSA) - GORIZIA, 31 AGO - Si va verso il ritorno alla normalità nel Comune di Gorizia, alle prese con i danni provocati dall'attacco hacker che ha mandato in tilt il sistema informatico. Molti dei servizi ai cittadini che erano stati bloccati sono stati riattivati: si stima che siano state ripristinate il 90% delle attività rivolte all'esterno, dall'anagrafe allo stato civile ai funebri. Lo rende noto il Comune.
    "È evidente però che permangono disagi molto forti perché, ad esempio, la posta elettronica presenta ancora problemi diffusi - ha spiegato il sindaco Rodolfo Ziberna -. Ci sono anche difficoltà per la rete interna e alcuni documenti dovranno essere ricostruiti. Insomma danni ce ne sono stati e il ritorno alla normalità totale sarà complesso come sanno tutti quegli enti, dalla Regione Lazio ai Comuni di Torino, Brescia e Palermo, per citarne alcuni, che hanno subito questo tipo di attacco prima di noi".
    "Nulla sarà come prima - ha aggiunto - e, alla luce di quanto accaduto, dovremo aprire un confronto sulla sicurezza dei sistemi informatici. Porterò il problema all'Anci mentre ho già parlato con l'assessore regionale del settore, Sebastiano Callari per capire se un ulteriore aggancio a Insiel potrebbe garantire maggiore sicurezza. È peraltro evidente che certezze assolute non ce ne sono: è assolutamente doveroso avviare un ragionamento con gli altri enti sulla questione della sicurezza". (ANSA).
   

RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright ANSA