Wwf e ong lasciano piattaforma finanza sostenibile Ue

'Ignorate le nostre indicazioni su nucleare, gas, bioenergia'

Redazione ANSA ROMA

(ANSA) - ROMA, 14 SET - Cinque Ong ambientaliste e dei consumatori hanno lasciato la Piattaforma sulla finanza sostenibile, il gruppo di esperti della Commissione europea incaricato di elaborare raccomandazioni tecniche per la tassonomia dell'Unione Europea. Le associazioni sono: l'Organizzazione europea dei consumatori (BEUC), Birdlife Europe and Central Asia, Environmental Coalition on Standards (ECOS), Transport & Environment e il WWF European Policy Office. Lo rende noto il Wwf Italia con un comunicato.
    I gruppi della società civile sostengono che la Commissione abbia "interferito politicamente nel lavoro della Piattaforma".
    Le Ong denunciano inoltre che "la Commissione ha ripetutamente ignorato le raccomandazioni del gruppo di esperti, in particolare per quanto riguarda la silvicoltura, la bioenergia, l'energia derivante dall'uso del gas e l'energia nucleare, senza fornire alcuna solida giustificazione scientifica per queste decisioni". Per il WWf, "a Commissione è tenuta per legge a giustificare i criteri della tassonomia sulla base di 'prove scientifiche conclusive'. Tuttavia, Bruxelles ha scelto di ignorare la scienza e di ascoltare le lobby industriali per diversi settori critici. Nonostante le raccomandazioni della Piattaforma basate su dati scientifici - scrive ancora il Wwf -, la Commissione ha incluso gas e nucleare tra gli investimenti sostenibili dal punto di vista ambientale. La decisione è stata confermata dai governi dell'UE e dal Parlamento europeo ed è ora diventata legge europea". (ANSA).
   

RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright ANSA